La storia della principessa splendente

Film di animazione in Oratorio

Domenica 14 gennaio 2018 - ore 16:30

salone dell'Oratorio - via Milano 24 

____________________________________________________________

 

LA TRAMA

Un'antica fiaba del folklore giapponese nell'incantevole e struggente trasposizione del maestro Takahata

Un giorno Okina, un tagliatore di bambù, si trova di fronte a un evento inspiegabile: in un germoglio di bambù trova una minuscola creatura luminosa. Decide di portarla a casa e questa si trasforma in una neonata, che l'uomo e la moglie decidono di crescere come una figlia. Dopo qualche tempo l'uomo torna nella foresta e trova un'altra sorpresa: da un bambù esce dell'oro e Okina lo interpreta come un segno divino, una richiesta di fare della bambina una principessa. Tempo dopo, l'uomo trova in una canna di bambù dell'oro e successivamente preziosissime stoffe colorate: si convince che la piccola deve essere una creatura divina. La bimba intanto cresce in fretta e fa amicizia con i ragazzi del villaggio, vivendo felice e a stretto contatto con la natura.

Ma un giorno il tagliatore di bambù decide di trasferirsi in città con la famiglia in un sontuoso palazzo e la piccola viene costretta a crescere come una principessa, educata da un'istitutrice che le insegna le buone maniere, a vestirsi, a scrivere e a suonare. Lontana dalla campagna e dagli amici, soprattutto dal buon Sutemaru, la fanciulla perde la gioia e la spontaneità quotidiana e come se non bastasse un gruppo di maldestri ma ricchissimi spasimanti si presenta a chiederla in sposa.

La storia della principessa splendente, strappata alla natura e costretta ad una vita monotona e ad un ruolo che non desidera, è attualissima: il rito del trucco, gli ingombranti vestiti, l'arte della scrittura sono incombenze a cui la giovane si adatta suo malgrado, ma resta viva in lei una luce interiore che è la sua indipendenza, la sua libertà, ancor più sfavillante e viva di fronte a chi la vorrà in sposa. Sfugge infatti alle lusinghe di uomini ricchi, ma ottusi e tronfi, e anche alla volontà del padre, certo buono ma disposto a darla in sposa in nome del prestigio sociale, ribadendo così la forza del suo modernissimo e controcorrente spirito di donna. Il passato e i sentimenti di gioia vissuti a contatto con la natura sono forse perduti per sempre e la principessa può solo riviverli con nostalgia in sogni e fantasie, che spesso si sovrappongono alla realtà.

Il film sviluppa temi cari a Miyazaki: la principessa splendente, pur non essendo una guerriera, ha un animo forte come Mononoke ("Principessa Mononoke") e come lei prova un nobile amore per la natura; allo stesso tempo attraversa una fase di crescita e maturazione a contatto col mondo meschino degli adulti, come la piccola Chihiro de "La città incantata" (2001).

 
____________________________________________________________
 

 

COS'E' LA RASSEGNA "OLTRE LO SGUARDO"

La rassegna itinerante di film "Oltre lo Sguardo" è una proposta che riunisce ogni anno una trentina di Comuni della provincia di Como ed è ormai arrivata alla XXII edizione, coinvolgendo complessivamente oltre novanta enti, istituzioni e associazioni. La rassegna è realizzata dal Circolo Informazione del Coordinamento Comasco per la Pace.

Lo scopo della rassegna è divulgare film legati alle tematiche sui Diritti Umani, per diffondere l’Educazione alla Pace.

Alla visione del primo film viene richiesto di sottoscrivere la tessera del cinecircolo Oltre lo Sguardo.

La tessera costa solo 3 euro e consente di guardare liberamente e gratuitamente tutti gli oltre 100 film presenti nel calendario provinciale, in tutti i trenta paesi della provincia di Como che aderiscono alla rassegna.

 

____________________________________________________________

 
 
 
GUARDA IL PROGRAMMA COMPLETO 

Rassegna Oltre Lo Sguardo - clicca sulla locandina sottostante per il programma completo:

 

 

 

_______________________________________________________